Attualità
nuova foresteria del Comune di campo canoa

Profughi ucraini in fuga accolti a Mantova: il video delle quattro famiglie con sette bimbi

Abbiamo ascoltato le loro storie e il desiderio dei loro bimbi di andare a scuola e continuare a fare sport e musica.

Attualità Mantova, 13 Marzo 2022 ore 11:35
Oggi abbiamo accolto nella nuova foresteria del Comune di campo canoa quattro famiglie scappate dalle guerra in Ucraina. Abbiamo ascoltato le loro storie e il desiderio dei loro bimbi di andare a scuola e continuare a fare sport e musica. È stato un momento toccante, difficile, ma è bello sapere che qui adesso possono sentirsi accolti e sicuri. Grazie ai tantissimi mantovani che stanno dimostrando concreta solidarietà. Non sarà una fase breve, serve l’impegno di tutti e tanta tanta organizzazione. Come abbiamo fatto con le famiglie afgane, il Comune di Mantova è in prima linea. La nostra parte e anche di più non mancherà mai.
Così il sindaco Mattia Palazzi.

Le famiglie di profughi accolte a Mantova

Mantova era pronta a fare la propria parte sotto il fonte dell'accoglienza ai rifugiati ucraini. Il sindaco Palazzi, su questo tema, era stato chiaro fin da subito. Ed è proprio dalla seguitissima pagina del primo cittadino che viene diffuso il video di come la città ha accolto quattro famiglie ucraine, con minori a seguito, sistemandole nella nuova foresteria del Comune di campo canoa.

Che la linea fosse questa, per Mantova, è stato chiaro fin da subito. Il 4 marzo 2022, il sindaco Palazzi, mediante i suoi social informava:

Abbiamo costituito un gruppo di lavoro per l’accoglienza dei cittadini ucraini e per gli aiuti. Ci stiamo organizzando per l’accoglienza, la scolarizzazione dei bimbi, l’invio di farmaci e materiale medico e le donazioni economiche. Purtroppo non siamo noi che possiamo mettere fine a questa folle guerra di Putin, ma noi possiamo accogliere bene chi sta scappando dalla guerra. Mantova è una città forte e solidale. Lo dimostreremo anche questa volta.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter