Uno strano ritrovamento

Piccoli di cornacchia abbandonati in centro a Mantova, salvati dagli agenti della Polizia Locale

Erano stati lasciati in una scatola in via Verdi ma poi sono passati due agenti che hanno sentito i loro versi e li hanno portati al Comando

Piccoli di cornacchia abbandonati in centro a Mantova, salvati dagli agenti della Polizia Locale
Pubblicato:

Successivamente, la Polizia Provinciale di Mantova ha preso in custodia i due piccoli con l'intento di garantire loro le cure necessarie.

Piccoli di cornacchia abbandonati, ritrovati dagli agenti

Erano circa le 19.30 di giovedì 30 maggio 2024 quando due agenti della Polizia Locale di Mantova, durante il loro servizio nel centro storico, hanno fatto una scoperta inaspettata. Passeggiando sotto i portici di via Verdi, una delle vie più frequentate della città, sono stati attirati da strani rumori provenienti da una scatola situata ai lati di una colonna.

La centralissima via Verdi:

Quest'area è solitamente utilizzata per depositare i cartoni in attesa del recupero da parte di Mantova Ambiente. Insospettiti dai suoni, gli agenti si sono avvicinati per capire di che cosa si trattasse. Sollevando e spostando i cartoni, hanno scoperto due piccoli di cornacchia, visibilmente spaesati e impauriti.

I due piccoli ritrovati

I volatili affidati alla Polizia Provinciale

Questi pulli, inizialmente scambiati per piccoli di tortora, erano stati abbandonati in una scatola esposti a pericoli e all'incertezza del centro cittadino. Senza perdere tempo, gli agenti hanno deciso di intervenire. Hanno raccolto delicatamente i due piccoli volatili e li hanno portati al Comando di Viale Fiume.

Gli agenti con i piccoli di cornacchia

Qui, li hanno affidati agli agenti della Polizia Provinciale, che erano stati prontamente allertati dell'insolita scoperta. La Polizia Provinciale di Mantova ha quindi preso in custodia i due piccoli con l'intento di garantire loro le cure necessarie e di cercare una soluzione per il loro futuro che potrebbe includere il reinserimento nel loro habitat naturale.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali