82mila euro

Mantova più sicura con le nuove telecamere a tutela dell'ambiente

La Polizia Locale di Mantova ha aderito ad un bando del Ministero dell’Ambiente e della Regione Lombardia che ha cofinanziato l’acquisto di nuove e più performanti telecamere.

Mantova più sicura con le nuove telecamere a tutela dell'ambiente
Attualità Mantova, 09 Luglio 2021 ore 12:39

Nuove tecnologie per la polizia locale e nuove telecamere a tutela dell’ambiente.

Mantova più sicura con le nuove telecamere

La Polizia Locale di Mantova ha aderito ad un bando del Ministero dell’Ambiente e della Regione Lombardia che ha cofinanziato l’acquisto di nuove e più performanti telecamere.
A darne notizia sono stato l’assessore alla Polizia Locale del Comune di Mantova Iacopo Rebecchi, il comandante Paolo Perantoni e il vice Lugi Marcone alla conferenza stampa che si è tenuta venerdì 9 luglio nella sede del comando di viale Fiume.

“Questo ennesimo intervento messo in atto – ha commentato l’assessore Rebecchi -, evidenzia l’attenzione che l’amministrazione comunale riserva alle tematiche ambientali e, grazie anche al cofinanziamento, ci permette di soddisfare le richieste di numerosi cittadini che, da anni, lamentavano transiti abusivi nelle zone a traffico oggetto dell’intervento”.

Il cofinanziamento ha permesso di sostituire le tecnologie delle telecamere che controllano i varchi di accesso alla città. Tali impianti, oltre a rilevare le targhe di tutti i veicoli che transitano per il capoluogo virgiliano, permettono anche di rilevare i flussi di traffico distinguendo i veicoli per categoria ambientale (euro 1, 2, eccetera).

Installate telecamere che controllano tre vicoli

Con tale finanziamento verranno installate anche telecamere che controllano tre varchi di accesso ad altrettante zone a traffico limitato che ad oggi ne sono sprovviste. Vale a dire: vicolo De Cani, vicolo San Crispino e via Achille Sacchi.
E’ un intervento fortemente voluto dall’amministrazione per soddisfare le legittime richieste dei numerosi residenti che lamentavano un passaggio continuo di veicoli sprovvisti di pass e che non sempre si riusciva a fronteggiare con i tradizionali controlli di polizia stradale.
Grazie a tali installazioni sarà possibile apportare un significativo miglioramento in termini ambientale con una drastica riduzione dell’inquinamento atmosferico.

82mila euro

L’intervento, nel suo complesso, è costato 82mila euro circa, di cui 50mila cofinanziati da Ministero dell’Ambiente e Regione Lombardia che, preso atto della bontà del progetto presentato, lo hanno approvato senza riserve. I tre varchi di accesso alle suddette zone a traffico limitato diventeranno operativi entro la fine dell’anno in corso.