Menu
Cerca
dal 10 giugno

Il mercato del giovedì torna nel centro storico

Il Sindaco Palazzi ha firmato l’ordinanza per riportare il mercato in centro.

Il mercato del giovedì torna nel centro storico
Attualità Mantova, 09 Giugno 2021 ore 09:10

Dal 10 giungo il mercato del giovedì torna in centro: il Sindaco Palazzi ha firmato l’ordinanza per un ritorno in centro storico in sicurezza.

Palazzi ha firmato un ordinanza per il ritorno del mercato nel centro storico

Il Sindaco di Mantova Mattia Palazzi ha firmato nella giornata di ieri, martedì 8 giugno, un’ordinanza che prevede il ritorno nel centro storico del mercato del giovedì e definisce tutte le misure da attuare per evitare assembramenti e gestire in modo corretto e in sicurezza il contingentamento all’interno dell’area mercatale, a tutela della salute dei cittadini e degli operatori.

La decisione del indaco di Mantova Mattia Palazzi

“Con questa ordinanza recuperiamo un pezzo importante delle nostre più radicate abitudini, dopo mesi di restrizioni e sacrifici. Il mercato del giovedì torna in centro ma nel rispetto comunque di tutte le regole necessarie a tutelare la salute di ciascuno. Questo è un momento importante nel quale possiamo permetterci un allentamento delle restrizioni, ma al tempo stesso non dobbiamo abbassare la guardia. Per questo nell’ordinanza sono indicate tutte le misure anti Covid che dovranno essere rigorosamente rispettate da tutti, sia in occasione del mercato del giovedì, sia nello svolgimento degli altri mercati”.

L’ordinanza prevede che il rientro in centro del Mercato cittadino del giovedì avvenga secondo la disposizione dei banchi adottata il 13 di agosto 2020 e rimasta in vigore sino allo spostamento su Te nell’ottobre dello stesso anno.

Il commento dell'Assessore Rebecchi

“Il mercato attirerà visitatori in centro a beneficio anche delle altre attività commerciali e dei pubblici esercizi. Per qualche mercato ancora abbiamo chiesto di rispettare la disposizione che garantisce maggior distanziamento per evitare numerosi assembramenti. Appena terminerà lo stato d’emergenza Covid disposto dal Governo torneremo alla disposizione pre covid dei banchi. Ricordo anche che questa settimana nell’ambito dei lavori del Distretto Urbano del Commercio gli uffici formalizzeranno l’incarico per redigere il nuovo Regolamento del mercato che sarà complementare al regolamento di plateatici, dehor e decoro urbano. L’obiettivo è avere un mercato più compatibile con la presenza di plateatici e dehor e meno invasivo per i residenti riducendo il numero di vie nelle quali si rende necessario spostare le auto il mercoledì sera”.

Per gli altri mercati l’ordinanza prevede misure di contingentamento che fissano un numero massimo di persone presenti in contemporanea all’interno dell’area mercatale.

Per il mercato contadino del sabato mattina a Borgochiesanuova è previsto un numero massimo all’interno dell’area mercatale pari a 250 persone; per il mercato contadino del sabato mattina sul Lungorio IV Novembre il numero massimo è fissato a 100 persone; per il mercato rionale pomeridiano di Piazzale Gramsci il numero massimo all’interno dell’area mercatale sarà di 20 persone.

Le necessarie regole da rispettare

Inoltre per tutti i mercati è prevista l’adozione delle misure di perimetrazione dell’area, le quali insieme a quelle del contingentamento dell’accesso sono a carico dell’organizzatore del mercato, che dovrà preventivamente presentare al Comune apposito piano contenente l’indicazione delle misure adottate per il rispetto delle prescrizioni indicate dalla presente ordinanza.

L’ordinanza prevede inoltre l’adozione, in osservanza all’Allegato 9 del DPCM 02.03.2021, delle seguenti misure generali di prevenzione e sicurezza per la gestione dei mercati cittadini, rionali, dei posteggi isolati e delle attività con autorizzazione:

-          Organizzazione degli accessi e degli spazi, anche mediante segnaletica a terra, per consentire l’accesso ordinato al fine di evitare assembramenti di persone ed assicurare il mantenimento di almeno un metro di separazione tra gli utenti;

-          Mantenimento in tutte le attività e le loro fasi del distanziamento interpersonale di almeno un metro, ad eccezione dei componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi o per le persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale;

-          Garantire la distanza minima tra i posteggi di almeno un metro;

-          Individuazione di un’area di rispetto per ogni posteggio in cui limitare la concentrazione massima di clienti compresenti, nel rispetto della distanza interpersonale di un metro;

-          Posizionamento agli ingressi di segnaletica almeno nelle lingue italiana e inglese per informare la clientela sui corretti comportamenti da seguire;

-          Ampia disponibilità e accessibilità a sistemi per la disinfezione delle mani. In particolare, detti sistemi devono essere disponibili accanto ai sistemi di pagamento;

-          Utilizzo di mascherine sia da parte degli operatori che da parte dei clienti;

Sono previste inoltre le seguenti misure a carico dei titolari di posteggio:

-          pulizia e disinfezione quotidiana delle attrezzature prima dell’avvio delle operazioni di mercato di vendita;

-          è obbligatorio l’uso delle mascherine, mentre l’uso dei guanti può essere sostituito da una igienizzazione frequente delle mani;

-          messa a disposizione della clientela di prodotti igienizzanti per le mani in ogni banco;

-          rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro;

-          rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro dagli altri operatori anche nelle operazioni di carico e scarico;

-          in caso di acquisti con scelta in autonomia e manipolazione del prodotto sarà obbligatoria la disinfezione delle mani prima della manipolazione della merce o, in alternativa, dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoriamente;

-          in caso di vendita di beni usati: igienizzazione e sanificazione dei capi di abbigliamento e delle calzature prima che siano poste in vendita e che sia riconoscibile mediante specifici cartelli che trattasi di merce usata;

L’ordinanza dispone infine che i titolari di pubblici esercizi ricadenti nelle aree mercatali, cui è stata rilasciata concessione permanente o in deroga e con procedura semplificata per l’occupazione di suolo pubblico per plateatico provvedano a rendere libera l’area interessata dallo svolgimento del mercato dalle ore 7 alle 14.