Attualità
l'annuncio di fontana

Da oggi la Lombardia torna in zona gialla: ecco cosa cambia

"Non ci sono variazioni sulle misure da rispettare da parte dei cittadini, perché l'utilizzo della mascherina all'aperto è già prevista per tutte le fasce, compresa quella bianca".

Da oggi la Lombardia torna in zona gialla: ecco cosa cambia
Attualità Mantova, 03 Gennaio 2022 ore 07:13

"I dati del monitoraggio settimanale della cabina di regia di Ministero della Salute e Iss confermano il superamento dei parametri da zona bianca, pertanto da lunedì prossimo la Lombardia passerà in zona gialla. Non ci sono variazioni sulle misure da rispettare da parte dei cittadini, perché l'utilizzo della mascherina all'aperto è già prevista per tutte le fasce, compresa quella bianca". A dirlo è stato lo scorso venerdì il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana.

A partire da oggi, 3 gennaio 2022, la Lombardia torna ufficialmente a tingersi di giallo.

Fontana: "Da lunedì la Lombardia in zona gialla"

"L'espansione della variante Omicron - spiega il presidente - ha accelerato la diffusione del virus, che per il momento, soprattutto sui soggetti vaccinati, si sta dimostrando meno aggressiva delle precedenti. L'arma per superare anche questa nuova recrudescenza rimane la vaccinazione".

"Sono fiducioso - ha proseguito - che se tutti i lombardi continueranno ad aderire alla campagna vaccinale, come sta accadendo in questi giorni, con oltre 110-120.000 somministrazioni quotidiane, sia di terze, seconde e anche prime dosi, riusciremo a contenere la situazione e soprattutto garantire la tenuta delle strutture ospedaliere".

"Ringrazio a nome di tutti i lombardi - ha rimarcato il Governatore - il personale sanitario, che anche in questi giorni di festa continua a lavorare senza sosta, sia sul fronte delle vaccinazioni, dei tamponi che delle cure nei reparti".

"Auguri a tutti - ha concluso Fontana - di trascorrere questo fine e inizio d'anno con lo stesso senso di responsabilità dimostrato finora, ma anche con un pizzico di ottimismo per il futuro. Perché come ci dicono gli esperti la situazione si è fatta nuovamente un po' complicata, ma non bisogna farsi prendere dal panico, in quanto, grazie ai vaccini, non è lontanamente paragonabile allo scorso anno e ancora una volta, uniti, la supereremo".

Cosa cambia in zona gialla?

In realtà non sono assolutamente rilevanti i cambiamenti in arrivo col passaggio in zona gialla. Il nuovo Decreto entrato in vigore da Natale, in particolare con le disposizioni che prenderanno il via dal 10 gennaio, di fatto rende tutta Italia zona gialla. Vediamo nello specifico.

Mascherine

La differenza più grande sarebbe stata l'obbligo di indossare la mascherina anche all'aperto. Questa norma, però, è già stata estesa a tutta Italia a partire dal giorno di Natale. L'introduzione del super green pass, di fatto, ha fatto sì che le differenze tra bianco e giallo divenissero molto sfumate, quasi nulle.

Mezzi di trasporto

Per i mezzi pubblici in città e per i mezzi a lunga percorrenza è confermato l'obbligo del green pass (base fino al 10 gennaio e in seguito "super green pass", ovvero quello che si ottiene solo con la vaccinazione o la guarigione dal covid). Resterà sempre possibile uscire dal proprio comune e dalla propria regione.

Negozi

In zona gialla negozi e centri commerciali restano aperti sempre, senza nessun limite d'orario.

Ristorazione

La differenza sostanziale, fino all'ultimo decreto, era quella relativa ai tavoli al massimo da 4 persone (salvo conviventi) nei bar e ristoranti al chiuso, ma anche questa norma è praticamente superata. Per le consumazioni al bancone dei locali, con l'ultimo decreto, serve il super green pass sia in zona gialla che in quella bianca. All'aperto al momento non è necessaria la certificazione verde, ma dal 10 gennaio servirà quella rafforzata.

Dal 6 dicembre 2021 al 31 marzo 2022 l’accesso ai servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso è consentito soltanto a chi è in possesso della Certificazione verde Covid-19 “rafforzata”. Quindi nulla cambia tra zona bianca e zona gialla.

Per accedere ai servizi di ristorazione all'interno di alberghi e altre strutture ricettive, riservati esclusivamente ai clienti che vi alloggiano, è invece sufficiente esibire il Green pass “base”, sia in zona bianca che in zona gialla.

In conclusione

Per riassumere, potremmo dire che cambia tutto per non cambiare niente. Sperando di non dover neanche guardare a cosa accade in zona arancione...