Mantova

Codice rosso ed emergenze: per gli agenti l'incontro su come procedere per salvare le donne

Nella Sala degli Stemmi del Comune di Mantova oltre cento operatori presenti per l'aggiornamento coordinati dalla Procura

Codice rosso ed emergenze: per gli agenti l'incontro su come procedere per salvare le donne
Pubblicato:

Oltre cento operatori della Polizia di Stato e della Polizia locale all'incontro con la Procura di Mantova sugli ultimi aggiornamenti riguardo il codice rosso.

L'incontro sulle ultime novità del codice rosso

Polizia di Stato e polizia locale "a lezione" dalla Procura di Mantova per gli ultimi aggiornamenti operativi sul codice rosso. Procedura d'emergenza che, come noto, consente di intervenire in modo tempestivo per mettere al sicuro le donne vittime di violenza - e in molti casi letteralmente salvare loro la vita.

Proprio in tali termini nel pomeriggio di ieri, martedì 30 gennaio 2024, nella Sala degli Stemmi del Comune di Mantova, si è svolto un importante incontro tra i Pubblici Ministeri della Procura di Mantova e gli operatori della Polizia Locale e della Polizia di Stato.

Presenti oltre 100 operatori

Lo scopo dell’incontro era quello di illustrare le ultime modifiche apportate alla normativa che disciplina il codice rosso. Un tema di estrema attualità che vede impegnati quotidianamente tutte le forze di polizia e i magistrati della Procura della Repubblica di Mantova.

L'ingresso del Tribunale di Mantova
L'ingresso del Tribunale di Mantova

Erano presenti oltre cento operatori tra Polizia di Stato e Polizia Locale che hanno partecipato con molto interesse all’iniziativa.

Incontro coordinato dal procuratore Giulio Tamburini

Ad esporre la complessa normativa sono stati i pubblici ministeri Lucia Lombardo, Gianlorenzo Franceschini, Elisabetta Favaretti e Alessia Silimbani, con il coordinamento di Giulio Tamburini, procuratore facente funzioni, i quali hanno dettagliato in modo certosino tutti gli aspetti giuridici e tecnico operativi. L’iniziativa è stata molto apprezzata da tutti gli operatori di polizia giudiziaria presenti per l'0ccasione.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali