Suzzara

Pugno di ferro contro le zanzare: a Suzzara oltre 57mila euro di interventi per due anni

In pieno svolgimento il piano di contrasto ai fastidiosi insetti, ma anche i cittadini possono fare la propria parte

Pugno di ferro contro le zanzare: a Suzzara oltre 57mila euro di interventi per due anni
Pubblicato:

A Suzzara pugno di ferro contro le zanzare: interventi in pieno svolgimento e oltre 57mila euro di interventi nel corso di due anni.

Oltre 57mila euro contro le zanzare

È in pieno svolgimento il piano di contrasto alle zanzare del Comune di Suzzara, che per il biennio 2024-2025 è stato affidato alla ditta Mantova Service Igiene Ambientale per una spesa di oltre 57mila euro, comprensivi di attività di derattizzazione a profilassi antimurina.

Quando si svolgeranno gli interventi

Il calendario degli interventi ha visto già un primo intervento larvicida e adulticida nelle vie, viali e aree verdi comunali eseguito lo scorso venerdì 7 giugno 2024. Un identico trattamento verrà quindi svolto martedì 2 luglio 2024, mentre interventi esclusivamente adulticidi sono in previsione per martedì 30 luglio 2024, giovedì 29 agosto 2024 e martedì 17 settembre 2024, previa condizioni meteo favorevoli, quindi in assenza di vento e senza previsione di pioggia nelle 48 ore successive al trattamento.

Gli interventi adulticidi, che coinvolgeranno le aree verdi comunali, parchi e giardini pubblici, verranno eseguiti da una squadra dotata di automezzo pick-up con gruppo atomizzatore per irrorazione di soluzione con biocida residuale, mentre quelli larvicidi prevedono l'applicazione di compresse nelle caditoie stradali del capoluogo e delle frazioni.

Anche i cittadini possono fare la propria parte

Oltre agli interventi comunali programmati, ogni cittadino può fare la propria parte seguendo le indicazioni trasmesse nelle comunicazioni informative divulgate da Regione Lombardia.

Vista la problematica relativa alla diffusione anche nella nostra Regione del virus della West Nile (virus del Nilo Occidentale) e della Dengue, che possono infettare l’uomo a seguito di puntura di zanzara infetta, ecco i comportamenti consigliati.

In orti e giardini: coprire con coperchi ermetici, teli di plastica o zanzariere ben tese, tutti i contenitori utilizzati per la raccolta dell’acqua piovana da irrigazione (cisterne, secchi, annaffiatoi, bidoni e bacinelle).

In cortili e condomini: pulire tombini e pozzetti, applicare una zanzariera a maglia fine sopra il tombino per impedire alle zanzare di deporvi le uova, durante la stagione umida, trattare ogni 15 giorni circa i tombini e le zone di scolo e ristagno con prodotti larvicidi.

Nelle grondaie: verificare che siano pulite e non ostruite; nei cimiteri: introdurre il prodotto larvicida nei vasi di fiori freschi o sostituirli con fiori secchi o di plastica.

Nei sottovasi: non far ristagnare acqua al loro interno e, se possibile, eliminarli.

Negli abbeveratoi di animali: cambiare quotidianamente l’acqua e lavarli con cura.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali