essenziale

La regola del vero griller

Non solo carne ma anche formaggio e verdura devono essere di alta qualità

La regola del vero griller
29 Aprile 2020 ore 17:52

Qual è la regola del vero griller? Giardino spesso fa rima con grigliata. E una grigliata che si rispetti non tralascia mai la sua componente legata al formaggio e alla verdura. La regola numero uno di un vero griller vale per qualsiasi materia prima che andrà a depositare con dolcezza sulla sua griglia: servono prodotti di alta qualità. E così, mettendo in secondo piano l’amata carne, possiamo anche concentrarci su grandi classici come i tomini di montagna, oppure la fontina o la scamorza (magari anche affumicata). Sono da appoggiare come ultima pietanza, ma quando ancora la griglia è rovente.

La regola del vero griller

Facciamo qualche passo indietro: una grigliata coi fiocchi non può che cominciare con dei salumi, da tagliare e consumare nell’attesa che il fuoco raggiunga la giusta intensità e durante la fase di cottura delle carni. E poi c’è la verdura: gli evergreen della griglia sono parecchi, dalle zucchine alle melanzane, dai peperoni alle cipolle, dalle patate ai pomodori. Vale la pena di introdurre però un nota bene: se scegliete di grigliare le verdure siatene convinti, perché spesso poi prende la voglia di consumare braciole, costine e spiedini e peperoni e melanzane restano tristemente a guardare.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia